Le Guide di viaggio di TripVinz.com: vivere per viaggiare, viaggiare per vivere.

- Home - Voli - Hotel - Cerca - Newsletter - Risorse - Viaggi -
 
  in Viaggi: America - Asia - Europa
 
  in Europa: Francia - Irlanda - Olanda - Spagna - Finlandia - Svezia - Norvegia
                 Belgio - Repubblica Ceca - Ungheria
                 Estonia - Lettonia - Lituania - Germania - UK - Italia - Malta
 
  in UK: Londra - Manchester - Newcastle
 
  in Manchester: Vita notturna - Foto Album 1 - Foto Album 2
                       Foto Album 3 (pvt)


 
Cerca con Google
Web TripVinz.com
 
Cerca tra i Viaggi
 
Iscriviti alla Newsletter
 

 

MANCHESTER, EAST MIDLANDS

Figlia prediletta della rivoluzione industriale, che ha avuto la sua culla alla fine del Settecento proprio in Inghilterra, in quest’ultimo decennio la città sta vivendo un nuovo boom. Un boom urbanistico, prima di tutto, ma anche culturale, che l’ha portata a diventare la terza destinazione più visitata dai turisti stranieri di tutto il Regno Unito, dopo Londra ed Edimburgo. E al termine della sua vita di icona industriale mondiale per tutto l’Ottocento e oltre, superata la crisi di quel modello di sviluppo e la conseguente depressione postindustriale, è giunta all’ultima fase della metamorfosi che nella seconda metà del XX secolo ha visto, un po’ dovunque, le città cambiare faccia.
 
Manchester è cambiata, è più bella. Forse per l’orgoglio di una città che di sé dice “And the sixth day God created Man... chester”: E il sesto giorno Dio creò Manchester (in un un gioco di parole con man, uomo).
 
Da vedere a Manchester
- Il Centro per le arti The Lowry, inaugurato nel 2000 sull’onda delle celebrazioni per il nuovo millennio, che in Gran Bretagna è stato salutato con i progetti più avveniristici. Opera dell’architetto Michael Wilford, ha una pianta più o meno triangolare ed è fasciato da lastre d’alluminio e cristallo; all’interno, segnato da colori brillanti, su vari livelli ci sono due teatri (per prosa, opera, balletto e concerti), un ristorante, quattro bar, una galleria d’arte, due negozi.
- L’Imperial war museum, dedicato a tutti i conflitti, che costituisce un’esperienza forte e difficile da dimenticare, oltre che per gli allestimenti innovativi anche per le sconvolgenti testimonianze sulle guerre.
- I bar e i club cosiddetti trendy che hanno trovato ospitalità sotto le arcate del viadotto ferroviario, nel quartiere di Castlefield; una location simbolica per una città che vanta la prima stazione passeggeri del mondo, del 1830, ora sede del Museo della scienza e dell’industria.
- Il multicentro di Printworks, negli impianti dismessi del Daily Mirror, dove la sera, per bere, mangiare o ascoltare musica dal vivo, accorrono fino a ventimila persone.
- La vita notturna a Manchester! Vi sono serate in cui le presenze complessive nei vari poli di aggregazione raggiungono le 150mila persone.
- In cima alla torre che sovrasta la Town hall, il Municipio costruito nel 1877 da Alfred Waterhouse nel più puro stile neogotico inglese, c'è un’enorme sfera dorata che rappresenta il sole e il fiore del cotone e sintetizza l’orgoglioso motto della città, “Wherever the sun shines, Manchester has business” (dovunque il sole splenda, Manchester ha affari).
 
Organizzare il viaggio a Manchester
- Expedia.it, voli, hotel, noleggio auto a Manchester.
 
Alloggiare a Manchester
- Hotel Manchester, selezione delle offerte migliori dal sito Booking.com.
 


 
 

 
 
TripVinz.com | Home - Cerca - Newsletter - Links - Ultimi viaggi - Mappa del sito
Seguimi su | Flickr - Youtube - Twitter
All rights reserved | © 2005-2013
Sponsor | Allianz Global Assistance